Andanza – il diario di Sarah Manguso

download

di Lucrezia Medici

Si presenta come un piccolo libricino giallo, schizzato di inchiostro. È Andanza, il diario di Sarah Manguso. Malgrado le sue ridotte dimensioni, racchiude una potenza e una densità enormi.

Non è solo un diario, ma è un flusso di coscienza, un vortice in cui l’autrice conduce il lettore, facendolo addentrare nella sua vita più intima.

Sarah Manguso si confida in queste pagine, si apre totalmente al lettore annotando i suoi pensieri, i suoi dubbi, le sue paure e le sue ossessioni. L’ossessione di fermare il tempo con la scrittura, annotandosi ogni minimo istante per paura che il tempo stesso la porti via con sé non lasciando più nulla.

Questo libro mi ha fatta entrare in un’altra dimensione, come un’esploratrice vagavo tra le pagine che piano piano mettevano a nudo anche una parte di me. Perchè è questo che fa il libro: parla di tutti noi e in ogni frase o pensiero sicuramente vi ritroverete. Sarete come Manguso, angustiata da mille tematiche della vita e sorpresa da altre. E l’unica àncora di salvezza nella tempesta che si scatenava nella sua mente è proprio la scrittura.

La frase che mi è rimasta più impressa è questa:

Avrei voluto annotare ogni istante, ma il tempo non è fatto di istanti, li contiene. E nel tempo c’è molto altro.”

 Questo libro è di una profondità e sensibilità disarmante.

Ma alla fine, mi è rimasto il dubbio: nel tempo, cosa c’è?

#1 LIBRI D’ESTATE: NARRATIVA ITALIANA

Partire leggero non significa rinunciare a leggere ma portare con sé il libro giusto, che si adatta al nostro mood. Ecco perché la libraia Raffaella, in pillole, ci regala dei consigli in cui scovare quello che fa per noi. Ecco una prima dose, tutta di “Narrativa italiana”

narrativa italiana

Per romantici: Il rifugio delle ginestre di Elisabetta Bricca (Garzanti)

Per avventurosi: Guida al giro del mondo di Nanni Delbecchi  (Bompiani)

Per relax totale: Gli occhi degli alberi e la visione delle nuvole di Chicca Gagliardo e Massimiliano Tappari  (Hacca)

Per ridere: Dente per dente  di Francesco Muzzopappa (Fazi)

Per cambiare vita: La resistenza del maschio di Elisabetta Bucciarelli (NNeditore)

Consigli di un lettore gentile

“Eugenio è Eugenio. Se lo conosceste sapreste che basterebbe dire questo. Quando è venuto in libreria la prima volta ha comprato delle vere chicche, di cui andavo molto fiera – e ne ha comprate tante. Gentile, con un’educazione antica e piacevole e una conversazione brillante, critica, stimolante. Il cliente ideale. E un buon amico, adesso. Legge tanto e ama dire la sua, nel suo stile personalissimo, con l’ironia che lo contraddistingue, cercando l’emozione oltre tutte le parole. Buona lettura!”. La libraia Raffaella descrive così l’autore delle recensioni in pillole che vi proponiamo.. Sono una guida gentile e brillante, proprio come Eugenio, per chi è in cerca di titoli che sanno ricavarsi un posto nel cuore e sulle nostre mensole. Continua a leggere

BELLA E MORTA a Torremolinos

bella-era-bella-morta-era-morta“Fai le valigie che andiamo!” mi dice la libraia Raffaella appena riceve la recensione di Chiara Zammarchi. Si tratta di una amica lettrice che abita in Spagna, a Torremolinos, dove ha aperto un bistro letterario e ha invitato Virginia e Co ad organizzare una cena con l’autrice da lei!!!! Ecco il perché delle valigie. Ecco un libro che Chiara consiglia di ficcarci dentro.

 

 

 

Ho conosciuto Virginia e Co., all’estero, grazie a Facebook, bisogna ammetterlo. E’ stata una fortuna, perché i suoi post pieni di passione mi hanno trascinato nella sua libreria, per me virtuale, convincendomi a fidarmi di lei.

Così mi sono azzardata a chiederle l’invio di alcuni libri su Virginia Woolf e di uno a sua scelta senza darle alcuna indicazione sui miei “gusti”: completamente alla cieca! Non solo Raffaella si è resa disponibile a cercare il minor costo di spedizione possibile, ma è stata subito anche estremamente e sorprendentemente entusiasta. Continua a leggere